Il blog di EpiCura

Perché molti ricorrono all’Assistenza Malati a Domicilio?

Assistenza Malati a Domicilio: di cosa si tratta?

L’assistenza a domicilio consiste, come suggerito dal termine stesso, nell’opportunità di poter ricevere supporto medico, farmacologico e socio-assistenziale direttamente presso il proprio domicilio. Si tratta di una prestazione particolarmente vantaggiosa, non soltanto per i pazienti anziani, non autosufficienti o affetti da patologie invalidanti o parzialmente invalidanti, ma anche per i familiari che sono soliti prendersene cura. Ma quali sono i servizi resi dall’assistenza malati a domicilio? Le cure domiciliari sono garantite dal servizio sanitario nazionale, in quanto inserite nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), e non sono soggette ad alcuna limitazione di reddito o età. Ovviamente, è possibile affidarsi anche a cliniche ed associazioni private, che garantiscono servizi equiparabili a quelli offerti dal Ministero della Salute italiano. Attraverso la necessaria valutazione delle condizioni socio-sanitarie dell’assistito, è possibile realizzare un’analisi mirata e realistica dei bisogni del paziente. In relazione alle necessità ravvisate, si distinguono tre diverse tipologie di assistenza a domicilio, ovvero l’Assistenza Domiciliare Programmata (ADP), l’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) e l’Ospedalizzazione Domiciliare.

I motivi che spingono i pazienti a richiedere assistenza a domicilio

Le persone colpite da patologie gravi, piuttosto che da handicap psichici o fisici, oppure coloro che si ritrovano a fare i conti con gli effetti di un brutto infortunio, possono beneficiare dell’assistenza malati a domicilio e ricevere le cure necessarie attraverso l’intervento di medici ed infermieri professionisti. Tutto ciò è fondamentale, non soltanto per favorire il decorso del ricovero e per il prosieguo della terapia farmacologica o medica assegnata, ma anche per garantire la necessaria serenità al paziente. Nessuno ama gli ospedali, che si tratti di interventi di routine o di operazioni più complesse, poiché raramente queste strutture celano ambienti piacevoli nei quali trascorrere il tempo. Poter ricevere le cure all’interno della propria abitazione, in un ambiente amichevole e familiare, circondati dai propri cari e conservando gran parte delle normali abitudini, rappresenta la soluzione più piacevole, in grado di rendere ogni avversità molto più semplice da affrontare. Se applichiamo questo principio ai pazienti costretti a convivere con un disagio effettivo, capace di rendere complicato o addirittura sconsigliato qualsiasi tipo di spostamento, allora sarà facile comprendere l’importanza di una prestazione come l’assistenza a domicilio. Non va sottovalutato, infine, il fatto che l’assistenza malati a domicilio non si limita soltanto alla cura del paziente, ma attraverso il personale addetto, garantisce anche un periodo di formazione utile a chi assiste normalmente la persona in questione, che si tratti di un parente o di una badante.

I servizi domiciliari garantiti al paziente

L’assistenza malati a domicilio prevede un sostegno infermieristico, medico e riabilitativodestinato a quanti non sono completamente autosufficienti o colpiti da patologie gravi, ed integra diversi servizi medici. Servizi e prestazioni erogati tramite assistenza domiciliare possono includere visite specialistichesedute di fisioterapia riabilitativaprelievo puntura a domicilio e interventi più delicati, che riguardano quella che viene comunemente definita ospedalizzazione domiciliare. Tra i servizi di base offerti da un assistente domiciliare figurano: cura dell’igiene personale del paziente, vestizionebagno assistitoassistenza durante i pasti, assistenza diurna e notturna, servizio di accompagnamento per esami, visite o passeggiate, puntura a domicilio, riabilitazione ed assistenza post-ictus, iniezione a domicilio, somministrazione di terapie farmacologiche e mediche, medicazioniclisteriflebo, cateterismi, prelievo a domicilio, cura e prevenzione di ferite o lesioni da pressione (piaghe da decubito), disbrigo pratiche di ogni genere (pagamento ed esenzione ticket, comunicazioni a medico di base, comune, ASL, Inps, CAF, Agenzia delle Entrate, patronati, etc).

Le diverse tipologie di assistenza domiciliare esistenti

L’assistenza malati a domicilio annovera due grandi categorie: l’assistenza programmata e quella integrata, scelte di volta in volta in base alle condizioni del paziente. L’assistenza domiciliare programmata (ADP) è necessaria nel caso il paziente sia affetto da patologie acute ed invalidanti ed è limitata nel tempo, erogata soltanto quando il soggetto è materialmente impossibilitato a recarsi presso la struttura ospedaliera. L’assistenza domiciliare integrata (ADI)
prevede un programma più complesso, che include la contemporanea erogazione di servizi infermieristici, medici, socio-assistenziali e riabilitativi, ideati appositamente per i pazienti non autosufficienti. Questo tipo di assistenza si rende necessaria nei casi in cui il paziente è affetto da: malattie terminali, malattie acute temporaneamente invalidanti, patologie progressivamente invalidanti, patologie vascolari acute, fratture gravi ed invalidanti, forme psicotiche gravi, dimissioni protette da strutture ospedaliere. A queste due forme di assistenza a domicilio, si unisce l’ospedalizzazione domiciliare, necessaria nel caso in cui il paziente presenti condizioni cliniche gravi o patologie che necessitano di assistenza 24 ore su 24. Tale forma di assistenza a domicilio prevede la fornitura di attrezzature e dispositivi, tra cui erogatori d’ossigeno e ausili per la deambulazione. Infermieri professionisti e medici sono tenuti ad alternarsi per il controllo e la valutazione delle condizioni del paziente allettato.

Ricevere assistenza a domicilio migliora la vita!

Sono tantissime le persone non autosufficienti o incapaci di muoversi perché colpite da patologie invalidanti acute o croniche. L’espletamento delle normali attività quotidiane per tante persone risulta molto più complesso di quanto si possa immaginare, pertanto, l’assistenza malati a domicilio è un servizio spesso irrinunciabile, realmente in grado di rivoluzionare l’esistenza di una o più persone. A beneficiare dei servizi garantiti dagli specialisti che operano a domicilio (OSS ed infermieri, seconda delle condizioni e delle necessità del paziente), infatti, non è soltanto il diretto interessato, ma l’intero nucleo familiare, che avrà finalmente la libertà di potere demandare parte delle proprie mansioni ad una persona che conosce perfettamente la prassi e le regole dell’assistenza. Gli specialisti impegnati erogano servizi socio-assistenziali (vestizione, sostegno psicologico, etc.) e sanitari, quali controllo delle condizioni del paziente, medicazioni, iniezione a domicilio, somministrazione di terapie farmacologiche, prelievo a domicilio, etc. È possibile affidarsi al servizio d’assistenza offerto da agenzie e cliniche private, che può essere di tipo: occasionale, utile soprattutto in caso di emergenze o qualora la presenza dell’assistente sia necessaria soltanto per poche ore al giorno; programmato, qualora i servizi indispensabili siano stati inseriti in un programma personalizzato, stilato in base alle esigenze del paziente; continuativo, che consiste in un’assistenza non sporadica ma organizzata sul lungo periodo, concertata insieme all’assistito e ai suoi familiari.

0